No menu items!
26.5 C
Roma
martedì, Settembre 21, 2021

05 – Perché utilizzare una blockchain?

Più letti

La tecnologia Blockchain offre nuovi strumenti per l’autenticazione e l’autorizzazione nel mondo digitale che precludono la necessità di molti amministratori centralizzati. Di conseguenza, consente la creazione di nuove relazioni digitali.

Formalizzando e assicurando nuove relazioni digitali, la rivoluzione blockchain si propone di creare la spina dorsale di uno strato di Internet per le transazioni e le interazioni di valore.

Ma, con tutto il parlare di costruire la spina dorsale digitale di un nuovo livello transazionale su Internet, a volte blockchain, chiavi crittografiche private e criptovalute semplicemente non sono la strada giusta da percorrere.

Molti gruppi hanno creato diagrammi di flusso per aiutare una persona o un’entità a decidere tra una blockchain o una copia master, un database client-server. I seguenti fattori sono un distillato di gran parte di ciò che è stato fatto in precedenza:

I dati sono dinamici con una cronologia verificabile?

La carta può essere difficile da contraffare a causa della complessità dei sigilli fisici o delle apparenze. Come l’incisione di qualcosa nella pietra, i documenti cartacei hanno una certa stabilità.

Ma se i dati sono in costante flusso, se si tratta di transazioni che si verificano regolarmente e frequentemente, la carta come supporto potrebbe non essere in grado di mantenere il sistema di registrazione. Anche l’immissione manuale dei dati ha limitazioni umane.

Quindi, se i dati e la loro cronologia sono importanti per le relazioni digitali che stanno contribuendo a stabilire, le blockchain offrono una capacità flessibile consentendo a molte parti di scrivere nuove voci in un sistema di registrazione che è anche detenuto da molti custodi.

I dati dovrebbero o possono essere controllati da un’autorità centrale?

Rimangono molte ragioni per cui una terza parte dovrebbe essere responsabile di alcune autenticazioni e autorizzazioni. Ci sono momenti in cui il controllo di terze parti è totalmente appropriato e desiderabile. Se la riservatezza dei dati è la considerazione più importante, ci sono modi per proteggere i dati non collegandoli nemmeno a una rete.

Ma se l’infrastruttura IT esistente con account e accessi non è sufficiente per la sicurezza dell’identità digitale, il problema potrebbe essere risolto dalla tecnologia blockchain.

Come scrisse Satoshi Nakamoto nel suo lavoro fondamentale, “Bitcoin: un sistema di contanti elettronico peer-to-peer” : “I commercianti devono diffidare dei loro clienti, sollecitandoli per più informazioni di quanto avrebbero altrimenti bisogno. Una certa percentuale di frode è accettata come inevitabile. “

La crittografia a chiave privata consente transazioni push, che non richiedono sistemi centralizzati e gli account elaborati utilizzati per stabilire relazioni digitali. Se questo database richiede milioni di dollari per proteggere transazioni finanziarie leggere, allora c’è la possibilità che le blockchain siano la soluzione.

La velocità della transazione è la considerazione più importante?

Questo database richiede transazioni in millisecondi ad alte prestazioni?

Se ciò che occorre è prestazioni elevate, transazioni in millisecondi, è meglio attenersi a un sistema centralizzato di modello tradizionale. Le blockchain come database sono lente e la memorizzazione dei dati comporta un costo: l’elaborazione (o il “mining”) di ogni blocco di una catena. I sistemi di dati centralizzati basati sul modello client-server sono più veloci e meno costosi … per ora.

In breve, anche se non conosciamo ancora tutti i limiti e le possibilità dei blockchain, possiamo almeno dire che i casi d’uso che hanno superato l’ispezione riguardavano tutti la gestione e la protezione delle relazioni digitali come parte di un sistema di registrazione.

- Advertisement -spot_img

Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli